6. Maggio, 2022

Alegre, pronto a dar battaglia ad ogni metro nel 2022

Negli ultimi due anni il team Alegre di Andy Soriano si è davvero affermato come potenziale vincitore delle regate oltre ad essere un programma che ha tutto il talento, le potenzialità e l’esperienza per finire la stagione 2022 con un podio assoluto. La scorsa stagione li ha visti finire al quinto posto assoluto nella classifica di fine stagione, ma a soli 11 punti dal vincitore del circuito Sled. Erano contendenti alla vittoria di Minorca, una regata che hanno dominato dall’inizio prima di finire secondi dietro Platoon per soli due punti. Tra le modifiche che hanno apportato per questa stagione c’è una nuova pinna della chiglia che potrebbe aver contribuito a migliore le ottime velocità a tutto tondo che hanno mostrato durante l’allenamento a Valencia ad aprile. Dopo essere stato a Palma l’anno scorso al Rolex TP52 World Championship, l’italiano Francesco Mongelli sarà il navigatore di Alegre in questa stagione, mentre Francesco de Angelis sarà della squadra, il cui nucleo è unito da molti anni.

“L’anno scorso sembrava che avessimo girato l’angolo, credo. Riteniamo di poter competere allo stesso modo con i migliori team, questo è per vari motivi diversi e non penso che ci fossero solo una o due cose da sistemare,  quindi ora dobbiamo solo andare là fuori e far bene spesso e sostenere la qualità per tutta la stagione”.

Suggerisce Sebastien Tenghage, project manager svedese di Alegre.

Della nuova pinna, che era un segreto gelosamente custodito prima dell’allenamento di Valencia ed è una direzione che altri hanno scelto, ammette Tenghage.

“In realtà è abbastanza semplice, stiamo cercando velocità extra. Proprio come tutti sono in questa flotta. Ogni metro, ogni mezzo metro qui conta e quindi quando Botin (designer) ha avuto una proposta per noi, l’abbiamo presa. La barca stava andando sicuramente bene a Valencia, è stato bello e siamo riusciti ed essere competitivi. Ci sentiamo come se avessimo recuperato ciò che forse ci mancava prima. Ora dobbiamo solo cercare di essere coerenti. Tutti combattono sempre per trovare qualcosa in più. Forse abbiamo un piccolo vantaggio in alcune aree, ma ci siamo davvero rafforzati”.

Riguardo al reclutamento del vincitore della Louis Vuitton Cup ed ex allenatore di Luna Rossa, Francesco de Angelis, il project manager di Alegre afferma:

“La sua esperienza è inestimabile, ha un buon occhio per tutto, guardando la poppa, l’equipaggio, le vele dà un altra prezioso prospettiva dalla barca”.

E dei loro obiettivi per la stagione l’ex professionista svedese di hockey su ghiaccio Tenghage è diretto:

“Vogliamo essere lì a lottare per le prime posizioni, lottare per il podio, lottare per vincere. Dobbiamo navigare alla grande ed eliminare gli errori”.

Nel frattempo l’equipaggio di Alegre attende con impazienza i primi eventi della stagione,

“In particolare siamo entusiasti di andare a Baiona e anche di tornare a Cascais. Penso che ci sentiamo bene nell’Atlantico e nella brezza”.

Conclude Tenghage.


Condividi questo articolo:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies and our privacy policy. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close