15. Settembre, 2015

TP52 alla resa dei conti

Si preannuncia un finale intenso per la Cascais Cup, atto finale delle 52 SUPER SERIES, la resa dei conti sta per avere inizio, questa volta si gioca a carte scoperte. Oggi nella practice race si sono viste condizioni di mare formato e un bel vento teso, a dimostrazione che questo finale di stagione sarà difficile, le previsioni meteo parlano di un rinforzo questa notte e domani si vedranno anche venti nodi d’intensità del vento sul campo di gara della prima giornata ufficiale di regate in Portogallo.

Il leader del circuito, Azzurra, si è dimostrato subito in gran forma mettendo in riga Platoon che al momento si dichiara come il contendente più agguerrito per la vittoria di tappa. Proprio oggi nella practice la barca tedesca ha subito la forza in partenza del team italiano, lasciando poi al giapponese Takashi Okura di Sled la vittoria dell’ultima regata di prova della stagione.

Seppur tutti i velisti professionisti in regata qui a Cascais, sono già stati in questo angolo dell’Atlantico per regatare, sono molti i velisti portoghesi “Intercettati” per dare supporto ai team presenti, tra questi la stella olimpionica ex capitano del TP52 Bigamist, Afonso Domingos alla corte di Platoon, Hugo Rocha e Paolo Manso sono con il team italiano di Hurakan. Ma come ricorda il tattico tedesco di Platoon, Markus Wieser, chi parte bene ha già un buona fetta di regata in tasca a prescindere dagli esperti locali:

“Chi vince la regata ha sempre un buono spunto in partenza. Se partiamo bene possiamo prendere le scelte giuste e decidere la propria rotta. Oggi abbiamo avuto una fase della regata in qui potevamo esser davanti, quando alla boa c’è molto traffico l’importante è essere liberi da intoppi ed evitare angoli che poi ti fan ritrovare in situazioni difficili. Con queste condizioni di mare anche l’andatura di poppa risulta difficile, ci sono comunque dei buoni margini di miglioramento per noi e possiamo fare bene”.

Fervono i preparativi dietro le quinte per “connettersi” con l’evento finale della 52 SUPER SERIES, la diretta tv dal mare nel week end da venerdì a domenica e l’integrazione con la nuova applicazione mobile 52 SUPER SERIES, sviluppata da Virtual Eye. Chi scaricherà l’App sarà in grado di seguire tutte le fasi della regata, ogni passaggio, scelta tattica e strategica. L’applicazione è disponibile su Google Play Store per gli utenti Android e per gli utenti Apple dal sito iTunes.

Android App iOS App


Markus Wieser (GER) Platoon: “Con vento forte il nostro TP52 è veramente molto veloce, in regata oggi avevamo un buon feeling, siamo contenti di come abbiamo portato la barca. Ho fatto gli europei sui Dragoni due anni fa qui a Cascais, ma non molte altre volte e quindi devo imparare ancora su questo campo, se così si può dire. E’ una location perfetta per regatare, planare a 18/19 nodi è proprio un piacere. Dopo Palma abbiamo imparato che non bisogna cercare troppo il contatto nelle fasi di partenza, perdere la velocità conta forse più che la posizione, dobbiamo navigare senza intoppi, tutto dipende dalla partenza, se la tua giornata sarà una buona giornata dipende da quello. Quando c’è vento i margini aumentano perchè sulle manovre si possono perdere metri con queste condizioni e ci aspettiamo delle onde importanti in queste prime giornate di regata.”

Juan Vila (ESP) Quantum Racing: “Domani ci dovrebbero essere condizioni di vento forte, anche se c’è molta instabilità e questo condiziona certamente il prosieguo delle giornate di regata. Le condizioni del vento prevedono un aumento nel pomeriggio, non abbiamo ancora aggiornato il nostro database per domani, vediamo cosa succederà nelle prossime ore. Cascais è un posto fantastico, in genere è più ventoso, in media, di tutte le altre sedi del Mediterraneo dove abbiamo regatato quest’anno. Ci sono molti fattori da prendere in considerazione, la marea ha un ruolo importante. A volte ci può essere una corrente differente a seconda della zona del campo di regata, non è certo come nel Solent ma bisogna considerare anche questo fattore. E’ molto importante seguire tutte le fasi e situazioni sul campo di regata, nulla è scontato.”

Guillermo Parada (ARG) Azzurra: “Oggi abbiamo voluto verificare una serie di parametri
sopratutto le capacità della barca di essere competitiva con queste condizioni, con il duro lavoro dell’equipaggio dovremmo essere in un buono stato di forma. Il nostro obbiettivo è di far bene, ovviamente non possiamo nascondere che navighiamo per chiudere in testa le series, con tre fattori fondamentali possiamo fare bene: barca veloce, non avere rotture e gestire al meglio le regate dal punto di vista della tattica. L’importante sono i primi tre giorni per gestire al meglio il risultato finale e poter navigare con più incisività. Il team è già stato qui a Cascais altre volte, possiamo dire di avere una buona esperienza. Un elemento che ci da fiducia è il design delle vele che si adatta molto a questo tipo di mare con moto ondoso accentuato. Abbiamo una nuova randa che spero potrà aiutarci, sopratutto perchè è l’unica vela che usiamo al 100% del tempo in regata e siamo fiduciosi del lavoro fatto dal nostro team, è una vela che ci rende veloci.”

Domani inizia ufficialmente la cinque giorni di regate di questo ultimo atto delle 52 SUPER SERIES 2015, tutti pronti sulla linea di partenza, senza esclusioni di colpi, vinca il migliore!


Condividi questo articolo:
Azzurra Cascais Cup Platoon Quantum Racing

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies and our privacy policy. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close