26. Agosto, 2019

Sled scala la vetta

Nella seconda giornata del Rolex TP52 World Championship Puerto Portals 2019, Sled di Takashi Okura mette a segno una vittoria ed un secondo posto che gli permettono di salire in vetta alla classifica generale con un punto di vantaggio su Platoon di Harm Müller-Spreer e Alegre di Andy Soriano che vince la seconda prova di giornata. Non bene Quantum che stenta a prender la forma da top team, Azzurra è consistente ma paga il nono posto di ieri.

HIGHLIGHTS: Day 2 – Rolex TP52 World Championship Puerto Portals 2019

🎥 Day 2 – Rolex TP52 World Championship Puerto Portals 2019Difficult, shifting conditions suited some, and punished others. READ MORE – http://bit.ly/2MERibs

Gepostet von 52 Super Series am Montag, 26. August 2019

 

La seconda giornata della quarta tappa delle 52 SUPER SERIES vede apparire un nuovo leader nella classifica generale di questo mondiale che si disputa a Puerto Portals. Sled di Takashi Okura mette a segno un uno-due che da ko per i contendenti al titolo. Solo Platoon riesce a tenere il passo e Alegre che risale fino in terza posizione. La lotta è aperta per il podio, ne siamo sicuri, ma gli americani di Sled sembrano esser arrivati con la certezza di vincere questa competizione. Azzurra, se non avesse buttato via la seconda prova di ieri sarebbe li a combattere per il podio. Domani si gira la boa di metà mondiale, Provezza dovrebbe riprendere il mare e regatare con tanta voglia pari alla sfortuna avuta fin qui. Le due Phoenix della famiglia Plattner non hanno reso come ieri, staremo a vedere. Certezze e dubbi si incrociano in questi giorni di regate, nulla è scontato e tutto può cambiare dall’oggi al domani.

Per la cronaca, la seconda giornata di regate parte in leggero ritardo alle 13.25 con un vento in crescita intorno ai 14 nodi di direzione praticamente da sud. Si parte lanciati mure a dritta, un individual recall per T.Vision Future che compromette la regata dei francesi. Oggi ci si può aspettare di tutto da Takashi Okura e il suo team, ieri è stata una giornata in gran spolvero. Detto fatto, sembra un treno la barca con cuore del sol levante, che sembra avere una marcia in più. Azzurra, Platoon e Sled formano il terzetto di testa. Phoenix 11 si prende una bella penalità. Alla boa di bolina Sled gira in testa, che forza, Platoon è seconda davanti ad Azzurra. La flotta segue in fila lungo la poppa che si risolve con il sorpasso di Bronenosec ai danni di Azzurra che gira quarta al gate. Battaglia di virate tra Azzurra e Bronenosec nella seconda bolina, lo spettacolo non manca, Azzurra commette un infrazione e si autopenalizza. Cambia poco nelle posizioni di testa, un incredibile Sled va a vincere e si prende la testa della regata anche se alla pari con Platoon che chiude secondo davanti a Bronenosec e Azzurra, Quantum è ottavo, regata difficile per gli americani. A terra si lavora intensamente per rivedere Bronenosec in mare.

Alle 15.02 arriva il secondo start di giornata. I francesi sopravento in Barca Giuria subito vicino Quantum Racing e Phoenix 11, la flotta va a sinistra. Sono proprio i sudafricani insieme ad Alegre ad avere la miglior velocità in queste prime fasi. Platoon gira in testa alla boa di bolina seguito da Phoenix 12 e T. Vision Future, Phoenix 11, Sled, Quantum e Azzurra. Bel lato di poppa con Phoenix 12 in pressione su Alegre e Platoon. I tedeschi ammainano in anticipo, i francesi fanno un disastro col gennaker, Azzurra ne approfitta e gira praticamente attaccata ad Alegre. Cambio di boa, rotazione del vento che permette ad Alegre di guadagnare metri ma sopratutto Sled, sin qui a metà schieramento, di rientrare su Platoon, passandola giusto in tempo, Quantum e Azzurra chiudo al passo dei primi, classifica generale nuovamente cambiata.

Andrea Visentini (ITA) navigatore di Sled (USA):

“Non abbiamo un segreto in particolare ma cerchiamo di fare delle partenze sempre pulite e sopratutto veloci, cercando sempre di andare a sinistra. Ci poniamo sempre la domanda di come girerà il vento e di come sarà l’approccio alla prima boa. Nella seconda regata siamo stati coerenti e costanti e siamo riusciti a prendere il salto giusto che ci ha permesso di chiudere davanti a Platoon. Il nostro focus è quello di avere sempre un obbiettivo. Abbiamo molta energia per questa regata, non aver regatato a Cascais forse ci ha permesso di concentrarci sul settaggio della barca. Domani ci saranno condizioni più difficili e staremo a vedere.

Harm Müller-Spreer (GER) armatore timoniere di Platoon:

“Oggi c’erano delle buone condizioni per regatare e dalla parte sinistra del campo di regata nella prima prova abbiamo avuto delle ottime sensazioni. Con i ragazzi abbiamo sempre cercato e colto al volo le rotazioni del vento e siamo stati bravi, sono soddisfatto per questo risultato, siamo consapevoli della nostra forza. Ci sono ancora tre giorni e non possiamo dire nulla di come finirà questa regata.”

Guillermo Parada (ARG) skipper e timoniere di Azzurra (ITA):

“Una giornata mediamente buona con un quinto e un quarto posto per noi. Abbiamo deciso per il pin in entrambe le regate, i salti di vento oggi hanno fatto la differenza e la penalità nella prima regata ci ha compromesso il risultato finale. Salti di vento e calo improvviso. Possiamo dire che un pò di fortuna possa darci una mano come oggi l’ha data ad altri.”

Bruno Zirilli (ITA) navigatore di Azzurra (ITA):

“Nella prima regata era tutto per la sinistra con partenza in pin, una logica di regata facile da queste parti. Vento a sinistra come da manuale, purtroppo nella seconda bolina abbiamo preso una penalità con una lee bow un pò al limite. Nella seconda prova, alla fine della prima poppa c’è stato un giro di 40/50 gradi, poco vento a sinistra, una sorta di terno al lotto. Questione di pressione, un gioco a rischio con boa cambiata a 205 che poi è andato a 240.”

Nacho Postigo (ESP) navigatore di Provezza (TUR):

“Dopo la disgrazia di ieri nella prima prova, in una situazione tranquilla di regata, oggi abbiamo lavorato sodo e domani saremo sulla linea di partenza. L’albero è arrivato questa mattina da Valencia a tempo di record e siamo orgogliosi del lavoro fatto. C’è stato un pò di lavoro in più sul piede dell’albero, perchè un pò differente da quello che abbiamo rotto ma tutto è filato liscio.”

La terza giornata del Rolex TP52 World Championship Puerto Portals è in programma domani 27 agosto dalle 13.00 ora italiana. Le regate potranno essere seguite sul nostro canale Youtube con il commento dal campo di regata e Virtual Eye su www.52SUPERSERIES.com o tramite l’app.

Classifica del Rolex TP52 World Championship (dopo 4 regate) 

1. Sled (USA) (Takashi Okura) (9,1,1,2) 13 punti
2. Platoon (GER) (Harm Müller-Spreer) (4,5,2,3) 14 p.
3. Alegre (USA/GBR) (Andrés Soriano) (10,4,5,1) 20 p.
4. Quantum Racing (USA) (Doug DeVos) (1,7,8,4) 20 p.
5. Azzurra (ARG/ITA) (Alberto Roemmers) (2,9,4,5) 20 p.
6. Phoenix 12 (RSA) (Tina Plattner) (3,3,7,7) 20 p.
7. Bronenosec (RUS) (Vladimir Liubomirov) (5,8,3,6) 22 p.
8. Phoenix 11 (RSA) (Hasso Plattner) (8,2,9,9) 28 p.
9. Gladiator (GBR) (Tony Langley) (6,10,6,8) 30 p.
10. Team Vision Future (FRA) (Jean Jacques Chaubbard) (7,6,10,10) 33 p.
11. Provezza (TUR) (Ergin Imre) (12 DNF,12 DNC,12 DNC,12 DNC) 48 p.


Condividi questo articolo:
Alegre Platoon ROLEX TP52 World Championship Puerto Portals 2019 Sled

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies and our privacy policy. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close