2. Maggio, 2022

Ed Baird, il pluricampione della 52 SUPER SERIES guiderà l’afterguard di Interlodge

Il team Interlodge battente bandiera statunitense di Austin e Gwen Fragomen è tornato alla 52 SUPER SERIES in Europa la scorsa stagione dopo un’assenza durata cinque anni. L’acquisto di Azzurra, vincitrice del campionato 2019 è stato il catalizzatore per il loro ritorno nel circuito di monoscafi leader al mondo.
L’equipaggio dei Fragomen è pronto per una stagione 2022 completa, come Platoon, usando Doyle Sails e ora con lo skipper più volte campione della 52 SUPER SERIES, Ed Baird, alla guida dell’afetguard.
L’opportunità di competere in un paio di regate invernali negli Stati Uniti, ritengono, abbia preparato bene la squadra per le prossime regate del 2022 e ha dato loro la prima possibilità di provare le nuove Doyle Sails insieme al designer Jordi Calafat, membro di lunga data dell’equipaggio, il trimmer Dave Armitage.

Il project manager di Interlodge e pitman Kris Matthews ricorda:

“Abbiamo fatto due eventi a Key West quest’inverno, il che è stato fantastico, la tradizionale Key West Race Week e la Pac Week dove abbiamo avuto poi una settimana in cui abbiamo regatato con i GL52 (ndr Great Lakes 52s ) abbiamo avuto cinque di noi per un evento di tre giorni durante le vacanze scolastiche di febbraio che è stato fantastico. A gennaio a Key West Austin ha navigato per un paio di giorni con il TP52 e Gwen con il 44 (il team ha un Botin 44 più piccolo). Eravamo l’unica barca in assetto di classe TP52, quindi è stato un po’ difficile e abbiamo avuto un mix di “allstars” della Super Series come equipaggio poiché abbiamo deciso di farlo abbastanza tardi. Come sapete, siamo passati a Doyle Sails insieme a Platoon e quindi abbiamo avuto Jordi Calafat con noi e quindi questa è stata l’occasione per testare un sacco di nuove vele e avere tutto il nostro inventario di prove online durante questi due eventi. Abbiamo colto l’occasione per testare e allenarci dove era un po’ più conveniente per Austin piuttosto che andare in barca a vela a marzo o aprile”.

Il team è molto obiettivo riguardo alle loro speranze e aspettative per la stagione, l’obiettivo principale è continuare a migliorare e garantire che l’owner driver Austin Fragomen si goda la sfida.

Matthews osserva:

“La scorsa stagione per noi riguardava principalmente il tornare – là fuori – e farlo di nuovo per la prima volta per un po’ e ovviamente la competizione è significativa e quindi stiamo solo cercando di essere lì e fare dei progressi. Assicurasi che Austin e Gwen si divertano e siano il più competitivi possibile. Non abbiamo aspirazioni a vincere le series solo per fare del nostro meglio in avanti e per sentire che stiamo facendo il meglio che possiamo. Vogliamo continuare a migliorare. Abbiamo un ottima barca e con un po’ più di preparazione possiamo fare di meglio. L’anno scorso è stata un po’ una sfida, dover cambiare squadra alcune volte a causa di regole diverse per i diversi paesi, quindi ora stiamo iniziando con un pacchetto velico adeguato e  daremo il massimo”.

Ed Baird arriva per guidare l’afterguard mentre il giovane match racer di San Francisco, Michael Menninger, che ora è con American Magic, ha firmato per Interlodge. Rod Dawson farà la randa, a parte questo è la stessa squadra ben consolidata di Interlodge.

Matthews spiega:

“Verremo a Baiona con sei giorni di anticipo e andremo ad allenarci. Abbiamo spuntato tutte le nostre vele di prova che ammontano a 14 giorni di navigazione quest’inverno. Stiamo aggiungendo un sistema di guide azionate prima che la barca vada a Baiona. Jordi sta facendo il piano vele di entrambi i programmi e quindi probabilmente faremo un po’ di messa a punto con Platoon, ma non è ancora stato stabilito nulla, ci adatteremo a ciò che facciamo”.

Matthews e il suo gruppo:

“Penso che non vediamo l’ora di andare in una nuova sede. È passato un po’ di tempo da quando i 52 sono diventati nuovi e quindi sarà interessante. E sarà la prima volta in 15 anni di storia delle barche Interlodge che andiamo a Cascais, quindi questa tappa è in cima alla lista delle nuove avventure per il programma”.

Come americani, sono, prevedibilmente, fan dell’idea di far tornare la 52 SUPER SERIES negli Stati Uniti per correre in un futuro non troppo lontano.

Matthews sorride:

“Non ci troveresti a lamentarci di questo. Ci sono Sled, Gladiator e noi Interlodge che siamo tutti soci a Newport in qualche modo, ad esempio, legati agli Stati Uniti, e vorremmo navigare di nuovo qui. Per farlo forse devi collegarti a Key West e fare qualcosa da maggio a giugno nel New England e spedire a luglio-agosto e poi finire la stagione a settembre-ottobre in Europa. Oppure fare due eventi da questa parte dell’Atlantico e tre in Europa. Per noi è stato fantastico tornare a Key West e aveva molto senso il motivo per cui tutti navigavamo lì. Saremmo felici di andare a Miami, Fort Lauderdale o Palm Beach perché con queste barche è fantastico. Penso che la cosa realistica sarebbe fare qualcosa di simile a un Invitational magari a Newport dato che è costoso, a Key West e non sono sicuro di quante barche statunitensi spenderebbero i soldi per andarci. Penso che se facessimo qualcosa a Newport potremmo vedere 8-10 IRC 52 come abbiamo fatto a Puerto Portals l’anno scorso”.


Condividi questo articolo:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies and our privacy policy. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close