25. Maggio, 2016

A Scarlino si esalta subito Quantum

Scarlino (25 maggio 2016) – La prima giornata di regate della Scarlino Cup, primo evento delle 52 SUPER SERIES, vede in vetta una delle favorite alla vittoria finale: Quantum Racing, che con un primo ed un terzo posto allontana ogni titubanza sullo stato di forma del team americano. In seconda posizione Sled a pari punti, con un miglior piazzamento,rispetto a Platoon, Alegre e Ràn. A metà classifica Provezza Bronenosec Xio e Azzurra, incappata in una giornata da dimenticare.

Solo due prove oggi per la prima giornata delle 52 SUPER SERIES, il vento leggero ha messo in difficoltà i regatanti ed il Comitato di Regata, tra la prima e la seconda prova sono passate ben due ore di attesa e una partenza “da rifare” per un salto di vento condito da un incomprensione tra i giudici. Terminare la giornata con venti leggeri intorno ai sei nodi sembra un paradosso per delle imbarcazioni così performanti e paragonate alle formula 1 del mare.

Cronaca della giornata:
la mattina va via tranquilla, gli equipaggi lasciamo gli ormeggi quasi due ore prima dell’ora prevista per il primo start, è una consuetudine di tutti uscire in mare, provare qualche vela, vedere l’evolversi della situazione meteorologica ed esser pronti per il primo start della stagione 2016 delle 52 SUPER SERIES.

La prima regata arriva puntuale come da programma, la brezza da sud ovest soffia fino a 8 nodi, tanto da far partire con la giusta grinta le undici imbarcazioni presenti a questo evento di Scarlino. Quantum Racing timonata dal campione americano Ed Baird, parte in pin e sembra aver la miglior posizione, bene Azzurra nel centro verso la barca comitato e sopravento a Platoon di Harm Müller-Spreer che di dimostra subito molto aggressivo. Rán di Niklas Zennström entra nella zona molto vicina alla barca comitato insieme ad Alegre che sembra soffrire un pò questa fase. La flotta inizia a splittare grazie anche ad una serie di incroci molto avvincenti. Alla prima boa di bolina, Quantum è davanti ad Alegre timonata da Andy Soriano, seguito da Provezza tallonata da Azzurra, Platoon, Ràn e Sled molto vicine. Azzurra e Platoon ingaggiano una bella battaglia nel lato di poppa, Quantum ed Alegre sembrano volersi controllare anche se le scelte tattiche risultano diverse. Azzurra e Platoon decidono di strambare verso il centro del campo di regata, vento costante intorno agli 8/9 nodi. Alegre mantiene la destra del campo di regata, al centro Provezza e Quantum nella parte sinistra. Al gate, Alegre gira in testa e sceglie il lato destro del campo di regate, Quantum in seconda posizione fa la scelta opposta, anche se in pochi minuti “rivira” verso il centro del campo. terzo posto per Rán quarto post per Provezza, Azzurra perde una posizione, inseguita da Sled, Xio Hurakan e Platoon alle calcagna. Alla bolina, Alegre gira in testa davanti a Quantum, Provezza, Rán. Sled si infila davanti ad Azzurra. La poppa è un vero match race tra Alegre e Quantum, Terry Hutchinson mette le cose in chiaro con il suo rivale Nick Asher, una doppia finta in strambata manda in palla la barca inglese di Andy Soriano che perde la leadership ai danni di Quantum che parte col piede giusto in questo primo evento del 2016. Alegre dunque in seconda posizione, terzo posto per Rán, seguita da Provezza, Sled, Platoon, Azzurra, Xio, Bronenosec, Gladiator e Paprec.

La seconda regata tarda ad arrivare, due ore di attesa ed uno start “andato a male” per il vento troppo ballerino condito da un incomprensione sulla barca del Comitato di Regata, un “General Recall” via radio avrebbe reso tutto più fluido. Alle 16,25 arriva così la partenza della seconda prova, tutto a rilento, poco vento, quasi a sfiorare il limite minimo di intensità consentita. Gladiator spinge troppo in pin e deve subito rientrare dall’Ocs. Ottima partenza per Sled di Takashi Okura in barca comitato. Nel traffico Azzurra è costretta ad incrociare dietro: regata in salita per la barca della coppia Parada-Vascotto. Alla boa di bolina Sled è il leader davanti a Platoon, Alegre, Bronenosec, Quantum, Rán, Provezza, Azzurra, Xio, Paprec e Gladiator: l’aria è veramente leggera. Sled scende molto bene verso il cancello di poppa. Cambia poco con questo vento e al passaggio della seconda bolina Sled aumenta il suo gap ai danni di Platoon seguito da Quantum che aggancia il terzo posto. L’ultima poppa si chiude con poche note da evidenziare, Sled Chiude vincendo e si prende il secondo gradino della classifica generale in virtù del terzo posto parziale di Quantum che vale la testa dell’evento di Scarlino. Platoon chiude terzo e sale in terza posizione a pari punti di Sled (con miglior piazzamento per gli americani di Okura) davanti ad Alegre e Rán con gli stessi punti. Provezza, Bronenosec e Xio davanti ad Azzurra, Gladiator e Paprec.

Romolo Ranieri (ITA) grinder Quantum Racing (USA):

“E’ stata una giornata positiva per noi, ci si sta osservando un pò tutti perchè il livello rispetto allo scorso anno è aumentato, la differenza la vedremo sul lungo periodo, però oggi direi molto bene. Le condizioni erano un po particolari, questo vento leggero e molto ballerino non è facile per nessuno. Nella prima regata abbiamo fatto una buona partenza, conta molto essere subito davanti con queste arie leggere, i primi momenti di regata possono essere decisivi, con poco vento uscire liberi con un buono spunto sulla linea è fondamentale per guadagnare su tutti. Quanto c’è da fare un scontro ravvicinato, Terry Hutchinson ha una grandissima esperienza ed è un grande tattico, di certo negli scontri diretti non è uno che si tira indietro.”

Matteo Auguadro (ITA) prodiere di Alegre (GBR):

“Siamo molto felici per questo inizio anche se abbiamo un pò l’amaro in bocca perchè da primi e terzi all’inizio di regata siamo finiti secondi e quinti, sempre una buona giornata nel complesso. Forse ci è mancata un pò di velocità di poppa, di bolina siamo andati sempre dalla parte preferita dimostrando sempre una buona velocità. Di poppa abbiamo sofferto molto è c’è molto da lavorare sotto questo aspetto. Nel finale della prima regata non abbiamo risposto alla contromossa in strambata da match race da parte di Hutchinson e siamo finiti secondi, del resto agli americani, fortissimi, non si può concedere neanche un centimetro. La barca va bene anche con venti leggeri non possiamo lamentarci, di bolina siamo molto soddisfatti. Quantum mi ha impressionato ma ce l’aspettavamo, Azzurra un pò sottotono, loro partono sempre in sordina e poi vengono fuori, domani è un altro giorno, si vedrà.”

Tommaso Chieffi (ITA) tattico di Xio Hurakan (ITA):

“Direi che che per noi è stata una giornata positiva, abbiam fatto un buon lavoro nei giorni precedenti, per cui sappiamo di esser migliorati rispetto all’anno scorso, non siamo in grado di raggiungere ancora le posizioni di testa però il fatto di esser li combattere a metà gruppo è positivo. Oggi era una giornata molto difficile, è stato bravo il comitato di regata a far partire la seconda prova aspettando il momento giusto anche se ad un certo punto sembrava fosse finito il vento. Stasera siamo appaiati a pari punti con Azzurra e Bronenosec e dunque per noi una buona giornata direi”.

Vasco Vascotto (ITA) tattico di Azzurra (ITA):

“L’avevo detto ieri, quando non fai tutto bene in questa flotta perdi facilmente posizioni così com’è successo a noi . Oggi purtroppo non abbiamo chiuso al meglio la nostra giornata, abbiamo sofferto, oggi a noi, domani forse a qualcun altro.”

Il primo start della seconda giornata di regate e previsto per domani, 26 maggio alle ore 13.00 ora locale fino a Domenica 29 con dieci regate in programma. Non ci sono scarti durante la stagione composta da cinque eventi.

Il programma:
Giovedì 26 maggio, regate a bastone, Venerdì 27 maggio Coastal Race, Sabato 28 maggio regate a bastone, Domenica 29 Maggio regate a bastone, Cerimonia di premiazione 17.30 ( ora locale).

52 Super Series – Scarlino Cup
Risultati Day 1
1 Quantum Racing, USA (Doug DeVos USA) (1,3) 4 pts
2 Sled, USA (Takashi Okura USA) (6,1) 7 pts
3 Platoon, GER (Harm Müller-Spreer GER) (5,2) 7 pts
4 Alegre, GBR (Andres Soriano USA) (2,5) 7 pts
5 Rán Racing, SWE (Niklas Zennström SWE) (3,4) 7 pts
6 Provezza, TUR (Ergin Imre TUR) (4,9) 13 pts
7 Bronenosec, RUS (Vladimir Liubomirov RUS) (9,6) 15 pts
8 Xio/Hurakan, ITA (Guiseppe Parodi ITA) (8,7) 15 pts
9 Azzurra, ITA (Pablo/Alberto Roemmers ARG) (7,8) 15 pts
10 Gladiator, GBR (Tony Langley GBR) (10,10) 20 pts
11 Paprec FRA (Jean-Luc Petithuguenin FRA) (11,11) 22 pts


Condividi questo articolo:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies and our privacy policy. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close