9. Giugno, 2015

Primi acuti di Azzurra e Bronenosec a Porto Cervo

Azzurra vince la prima regata e si prende la testa della classifica generale della Settimana delle Bocche, seconda tappa della 52 SUPER SERIES. Nella seconda prova è Bronenosec a vincere, riscattandosi dopo una prima manche da dimenticare. Si vede anche Paprec autore di una splendida prima prova nelle arie leggere del tratto di mare tra Capo Ferro, Baia Sardinia e L’Isola di Caprera, vero teatro naturale di questo evento. Quantum, con un terzo e quarto posto è seconda con lo stesso punteggio di Azzurra, in terza posizione nella generale c’è Gladiator, barca dalla potenzialità in crescita e lo si è vesto oggi.

La giornata si apre con l’attesa a terra, tutto come da previsioni, la giornata prevede venti leggeri dal pomeriggio, il Comitato di Regata gestisce a terra le comunicazioni e conduce la flotta verso il campo di regata con un’ora di ritardo. La prima prova arriva poco dopo le tredici, vento leggero 6/8 nodi d’intensità. E’ Azzurra a mettere subito le cose in chiaro con una partenza perfetta del suo Guillermo Parada in splendida forma. Il resto è un gioco da ragazzi, quello di gestire la fase col vento, cosa che Vasco Vascotto sa fare benissimo. Dietro si fa largo Paprec, i francesi sbaragliano la concorrenza e sembrano seguire di pari passo le scelte di Azzurra, Quantum della coppia DeVos-Hutchinson mantiene la terza posizione facendo una regata pulita, con queste condizioni di vento leggero il minimo errore ha un prezzo troppo alto. All’arrivo, sul volto di Vascotto c’è un filo di tristezza, il pensiero va al suo amico Luciano Giacomi, scomparso ieri a Trieste, la sua città, questa vittoria ha una dedica speciale.

Race 2: arriva poco dopo la conclusione della prima prova, Gladiator Sled e Provezza dopo una buona partenza formano un bel terzetto alla boa di bolina, seguiti da Bronenosec dell’Armatore-timoniere Vladimir Liubomirov. Al giro di boa la scelta del suo tattico Michele Ivaldi di “splittare a destra” assomiglia a quei tiri da tre che solo i veri campioni riescono a compiere nel momento clou di una partita. Alla fine della poppa la destra paga e Bronenosec gira in testa alla regata davanti a Gladiator e Sled. Alla bolina si invertono solo le posizioni tra il secondo ed il terzo, mentre il team brandizzato Gazprom mette in paniere una bella vittoria, per la classifica e per il morale. Si chiude con una classifica corta la prima giornata, belle prove dunque di Azzurra e Bronenosec, ottima consistenza di Quantum, Gladiator con un terzo e un sesto merita il podio alle spalle degli americani campioni in carica. Alegre non convince, Paprec a metà.

Vasco Vascotto, Tattico di Azzurra: “Paradossalmente è andata meglio la seconda regata della prima, perchè la prima era una regata semplice, siamo partiti molto bene, abbiamo controllato abbastanza tranquillamente e abbiamo chiuso vincendo. Mentre la seconda, siamo partiti discretamente, purtroppo abbiamo trovato una linea di vento non fortunata, siamo scarrocciati su Quantum e purtroppo quelli sopravento a noi hanno preso un sinistro che noi non abbiamo mai visto, e la ci siamo trovati ultimi. Riuscire a recuperare posizioni sulla flotta in una giornata così, dove praticamente era scritto dove andare come in autostrada, è molto difficile. Siamo contenti perchè abbiamo fatto una buona seconda regata, pazienti, anche se nella seconda parte abbiamo preso un rischio quasi inutile che non ci ha favorito come speravo, a lungo termine devo stare un pò più attento a non prendere questi rischi, perchè un sesto dopo un primo fa media. E comunque sia per noi è una giornata triste, siamo riusciti a vincere la prima prova in modo da poterla dedicare a Luciano Giacomi, perchè per noi è stato un punto di riferimento per quel che riguarda il regolamento, io personalmente ho avuto la fortuna di poterlo chiamare in Coppa America per ricoprire il ruolo di Rules Advisor, ed era un persona che mi piaceva tanto perchè mi sento molto simile a lui, schietto, diretto, che ti diceva sempre in faccia quello che pensava, mi ha dato tante di quelle penalità che spesso mi sono trovato in contrasto con lui, però, al di la di tutto era una persona vera e queste sone le persone che dobbiamo apprezzare di più.”

Michele Ivaldi, Tattico di Bronenosec: “ Siamo stati bravi a dimenticare la prima regata, a cancellare la memoria e ripartire subito con a grinta giusta dopo una regata con tanti errori, compresi i miei. Nella seconda prova dopo la prima bolina siamo andati a destra, facendo una scelta anticonvenzionale, a noi sembrava buona da quella parte e siamo andati profondi a destra, la scelta a pagato, bello perchè dopo un ultimo posto nella prima prova abbiamo vinto, viva la consistenza. Non è una novità che in questa flotta tutti possono vincere delle regate, è buono che noi siamo rimati in corsa facendo un bel recupero, siamo tutti attaccati, per un risultato come questo di fine giornata ci avrei messo la firma. La barca va benissimo è stata costruita perfettamente, siamo molto contenti, abbiamo un programma vele di alto livello, la barca è veloce, noi come team dobbiamo amalgamarci bene e trovare le giuste sintonie migliorando gli errori, in questa però flotta è più facile a dirsi che a farsi.”

Domani è la volta della regata costiera, questo arcipelago mostrerà le sue bellezze ed insidie ai regatanti, pronti a darsi battaglia per la seconda giornata della Settimana delle Bocche, secondo atto della 52SUPER SERIES, evento organizzato dallo Yacht Club Costa Smeralda.


CLASSIFICA DOPO DUE REGATE:

  1. Azzurra 1,6 7 pt
  2. Quantum 3,4 7 pt
  3. Gladiator 6,3 9 pt
  4. Bronenosec 9,1 10pt
  5. Sled 8,2 10 pt
  6. Provezza 5,5 10 pt
  7. Paprec 2,9 11 pt
  8. Alegre 4,8 12 pt
  9. Platoon 7,7 14 pt

Condividi questo articolo:
Azzurra Bronenosec Gazprom Quantum Racing Settimana delle Bocche

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies and our privacy policy. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close