28. Maggio, 2016

Sled gioca il Jolly nella regata più

Scarlino (28 maggio 2016) – Una sola prova disputata alla fine di una giornata estenuante in attesa del vento alla Scarlino Cup, primo evento delle 52 SUPER SERIES. Sled di Takashi Okura, coadiuvato alla tattica da Ross McDonald gioca il Jolly e vince davanti a Platoon ed Alegre, grazie al vento che sul finire di giornata è arrivato ma leggero e “burlone”, ruotando fino a trenta gradi poco dopo lo start.

Sled di Takashi Okura, coadiuvato alla tattica da Ross McDonald e con un nutrito numero di velisti pluridecorati vince l’unica regata andata in scena nella penultima giornata delle 52 SUPER SERIES. Una vittoria che arriva grazie all’intuito del suo tattico ed una buona dose di fortuna, quando allo start la situazione non poteva rivelarsi così favorevolmente marcata e con un salto di direzione di quasi trenta gradi. A farne le spese sono stati particolarmente Rán e Provezza che non sono riusciti ad entrare in fase, così come Azzurra, parzialmente tradita dal salto, insieme alla gemella Bronenosec.

Cronaca della regata:
Il tutto si risolve nelle prime fasi dove Sled, andando a destra, subisce un grande beneficio per un “sinistro” che la porta davanti alla flotta e a seguire un “destro” che la ripropone in allungamento al passaggio in boa davanti ad Alegre e Paprec, i francesi sono una vera sorpresa che si affievolisce subito per colpa di un’issata maldestra del Gennaker e così Azzurra e Quantum prendono posizioni. L’infilata dei gennaker verso il cancello è da plotone ciclistico. Sled stambra e scende in profondità a sinistra, seguito da una buona parte del gruppo. Al Gate il traffico è intenso, Sled davanti a Platoon che recupera molto bene, seguito da Alegre, Azzurra e Quantum, disastro per Rán Racing che non ha il passo della prima giornata. Cala ulteriormente il vento, dagli 8 nodi iniziali, si sfiorano i 5 alla bolina per calare quasi a quattro. Alla bolina il plotone è lo stesso del gate, risale di due posizioni Bronenosec dopo un inizio in in coda. I giochi sono fatti, la flotta arriva al traguardo, sono quasi le 18 quando Sled chiude vincendo davanti a Platoon, Alegre, Quantum, Azzurra, Paprec, Xio, Rán Racing, Bronenosec, Provezza e Gladiator.

La giornata si chiude con il guadagno di una posizione in classifica generale per Platoon di Harm Müller-Spreer che si avvicina a quattro punti dal Leader Quantum che chiudendo con un quarto posto odierno tiene alta la sua media. Alegre di Andy Soriano tiene testa agli inseguitori del terzo gradino del podio, con tre prove ancora da disputare c’è spazio per recuperare, Azzurra, Sled e Bronenosec hanno nelle corde le potenzialità per far bene, domani sono previste condizioni meteo più decise con un fronte da sud che potrebbe generare pioggia e garantire un vento da sud intorno ai 15 nodi.

Markus Wieser (GER) tattico di Platoon (GER):

“A volte bisogna essere più fortunati per finire dalla parte giusta al momento giusto. All’inizio abbiamo dovuto tornare indietro per entrare dalla parte del Comitato di Regata. Ci siamo avvicinati a Paprec e siamo entrati sulla destra proprio come volevamo. Abbiamo chiuso bene sulla flotta, al gate del primo giro abbiamo guadagnato molto grazie ad una serie di buone strambate, stando più al centro abbiamo guadagnato e poi abbiamo chiuso alla grande, considerando sopratutto per come era iniziata la regata. Non ci preoccupiamo per i punti durante la regata. Quello che vogliamo fare è non perdere troppi punti in questo momento della stagione per la vittoria finale del circuito. Stiamo navigando molto bene e non facciamo troppi errori. Se navighiamo così anche domani potrebbe arrivare anche un buon risultato finale.”

Vasco Vascotto (ITA) tattico di Azzurra (ITA):

“E’ solo una questione di tempo, è un momento così, oggi quel salto di trenta gradi è stato un verso colpo di fortuna per chi ne ha beneficiato. Era una giornata estremamente complicata ed è arrivata una situazione che non era così prevedibile, lo sviluppo di quel salto è dimostrato che ha sorpreso tutti, sia dal lato positivo per chi è caduto dentro sia per chi ha subito il danno e la beffa. Sono confidente che possiamo fare bene, domani dovremmo riuscire a disputare tre prove, sono convinto che faremo bene.”

Flavio Favini (ITA) coach di Bronenosec (RUS):

“E’ stata una regata tanto attesa, alla fine non è andata benissimo. Non è stata una buona giornata, inizialmente l’opzione era di andare a destra, ci abbiamo provato, abbiamo virato ma purtroppo non siamo passati all’incrocio e siamo dovuti passare sotto a Provezza ed un altro gruppetto che arrivava e da li in poi non c’è stato più lo spazio per rimetterci mure a sinistra per andare verso la parte destra del campo che era quella favorita. L’aria ha ruotato parecchio per tutta la regata e noi abbiamo sofferto molto. Siamo stati bravi a recuperare due posizioni che sono due punti guadagnati direi. Domani speriamo di avere qualche chances per poter rientrare nella parte alta della classifica.

Bruno Zirilli (ITA) navigatore Azzurra (ITA):

“E’ stata una giornata lunga e difficile, anche per il Comitato. Il vento saltava da sinistra a destra con un’intensità di 4 nodi sulla superficie del mare anche se in testa d’albergo se ne registravano 7-8. Quando il vento è salito d’intensità e pareva stabilizzato sui 260° è stata data le seconda partenza, ma è subito saltato di oltre 30° a destra. Il Comitato non ha cambiato la posizione del cancello di poppa e il cambio di percorso è stato solo sulla successiva bolina. Il vento ha poi continuato a ruotare per cui anche l’ultima poppa è stato un lato unico di lasco che ha semplicemente congelato le posizioni.”

Lo start della quinta ed ultima giornata di regate è previsto per domani, 29 maggio alle ore 12.00 ora locale con tre regate a bastone. Non ci sono scarti durante la stagione composta da cinque eventi.

Il programma:
Domenica 29 Maggio regate a bastone, Cerimonia di premiazione 17.30 ( ora locale).

52 Super Series – Scarlino Cup
Risultati dopo 4 giorni di regate
1 Quantum Racing, USA (Doug DeVos USA) (1,3,4,3,4,4) 19 pts
2 Platoon, GER (Harm Müller-Spreer GER) (5,2,3,6,5,2) 23 pts
3 Alegre, GBR (Andres Soriano USA) (2,5,8,5,2,3) 25 pts
4 Provezza, TUR (Ergin Imre TUR) (4,9,1,1,6,10) 31 pts
5 Azzurra, ITA (Pablo/Alberto Roemmers ARG) (7,8,6,2,3,5) 31 pts
6 Sled, USA (Takashi Okura USA) (6,1,9,8,8,1) 33 pts
7 Bronenosec, RUS (Vladimir Liubomirov RUS) (9,6,2,7,1,9) 34 pts
8 Rán Racing, SWE (Niklas Zennström SWE) (3,4,7,4,10,8) 36 pts
9 Xio/Hurakan, ITA (Guiseppe Parodi ITA) (8,7,5,9,7,7) 43 pts
10 Paprec FRA (Jean-Luc Petithuguenin FRA) (11,11,11,11,9,6) 59 pts
11 Gladiator, GBR (Tony Langley GBR) (10,10,10,10,11,11) 62pts


Condividi questo articolo:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies and our privacy policy. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close