5. Giugno, 2015

Il podio è aperto a tutti in Sardegna

La prima regata del 2015 delle 52 SUPER SERIES ha dimostrato che non c’è una vera e propria gerarchia nella flotta dei TP52, tutti sono ancora in fase di crescita, cercando di ottimizzare al meglio le proprie imbarcazioni , un inizio di stagione dove si è visto il 10-15% per cento in più delle prestazioni dello scorso anno, e un opinione diffusa è quella che ben sei-sette team hanno dimostrato di avere delle credenziali per poter vincere una regata in questa stagione, e al momento non vi è certo un favorito assoluto per la vittoria finale delle 52 SUPER SERIES.

Causa impegni di lavoro presi da tempo, il vincitore della Ford Vignale Valencia Sailing Week Niklas Zennström e il team di Ràn non saranno presenti nella seconda delle cinque regate della stagione, la prossima settimana proprio in Sardegna alla Settima Delle Bocche, nella splendida cornice delle acque della Gallura con l’organizzazione dello Yacht Club Costa Smeralda. Ci sarà comunque una flotta con ben nove barche di cui otto nuovi TP52 versione 2015. Valencia ha messo in evidenza che ben cinque barche sono state in grado di vincere, quattro hanno vinto due prove, mentre Azzurra, che la prossima settimana sarà nelle acque di casa, ne ha vinte ben tre, in una settimana dove Rán e Alegre di Andy Soriano – hanno condotto la classifica in diverse fasi.

Ci sono diversi cambiamenti rispetto a Valencia che renderanno ancora più interessanti le regate di questa settimana. Il focus si sposterà su almeno due regate costiere, ospitate in uno degli scenari più belli al mondo, la Costa Smeralda e le sue isole, con sfide sempre diverse e , dove tattiche e strategie possono fare la differenza oltre alla barca ed il suo equipaggio. Le condizioni del vento negli ultimi anni hanno reso le regate uniche e spettacolari, fisicamente impegnative. Due regate costiere da programma dunque, con la possibilità di aggiungere ad una regata a bastone anche un short-coastal, per massimizzare la varietà di percorsi e mettere quel “sale” in più alla competizione.

Quantum Racing, il team campione 2014 delle 52 SUPER SERIES, torna sulla linea di partenza dove ha vinto il campionato del mondo lo scorso anno. Come da pianificazione pre-season Terry Hutchinson è tornato a bordo come tattico a lavorare insieme all’owner driver Doug DeVos, supportati da Adrian Stead nel ruolo di stratega e Juan Vila come navigatore.

Il Direttore del progetto, Ed Reynolds, commenta il ritorno di Hutchinson con Quantum Racing, che ha concluso sesto a Valencia:

“Quest’anno è molto diverso dagli anni passati. Abbiamo tre diversi timonieri come programma nel team per questa stagione e, in particolare, Doug ama solo navigare con Terry. Si alimentano a vicenda e Doug gode di quello che Terry porta alla barca nelle scelte. E ‘una dinamica molto diversa sulla barca. Terry è molto più manager delle scelte su tutto, c’è un diverso processo decisionale.”

“Avremmo potuto e dovuto navigare meglio a Valencia. Siamo tutti così tanto in fase di studio con Doug a bordo nel ruolo di timoniere e dobbiamo lavorare molto. Egli porta una enorme passione a dir poco contagiosa.”

Quantum Racing non ha vinto una gara a Valencia, ma ha vinto in tutte le tappe in Costa Smeralda della 52 SUPER SERIES dal 2012. A Porto Cervo l’anno scorso ha vinto la serie di cinque gare di due punti sul brasiliano Phoenix, il TP52 che dovrebbe rientrare nel circuito a Palma.

Azzurra ci ha messo un po’ per prendere il passo giusto a Valencia, ha lavorato intensamente finendo in bellezza, vincendo entrambe le gare nella giornata conclusiva, potendo tornare nelle acque di casa con molta voglia di far bene:

“Siamo fiduciosi come sempre.” Sintetizza Guillermo Parada, skippere e timoniere. “In effetti vincendo l’ultima giornata abbiamo cambiato il nostro approccio. Penso che sia stato più importante quello che hanno visto i nostri avversari e non quello che dice la classifica. Dobbiamo navigare senza fare errori. A Valencia abbiamo capito ancora di più che i piccoli errori costano caro, in un caso lo spinnaker è andato giù ed è finita molto male per noi.”

La Costa Smeralda è stato un terreno di caccia di grandi successi per l’equipaggio di Alegre di Andy Soriano, per loro non ci sono segreti in questa terra. Hanno vinto il campionato del mondo Minimaxi nelle stesse acque l’anno scorso e, con il loro secondo posto a Valencia hanno evidenziato un grande potenziale come contendenti al titolo, mentre la gemella degli esordienti 2015 nel circuito Bronenosec Gazprom, hanno evidenziato un forte “pozzetto” made in italy con un sacco di esperienza in Costa Smeralda ed un bagaglio di due gare vinte a Valencia.

Le regate inizieranno martedì, per chiudersi sabato con la premiazione. Ovviamente solo tre team finiranno sul podio, la caccia è aperta.


Condividi questo articolo:
Azzurra Quantum Racing Settimana delle Bocche

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies and our privacy policy. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close